Ortodonzia oggi: una bocca sana aiuta il respiro e l’apprendimento

Mettere l’apparecchio ai denti in dentatura mista ( quando sono presenti insieme denti da latte e denti permanenti , in una fascia di età tra i 6 e i 12 anni ) non serve solo ad avere un bel sorriso. Che certo aiuta perchè risolvere un problema dentario molto evidente come degli incisivi molto sporgenti o un’asimmetria facciale dovuta a una crescita scorretta delle ossa mascellari riduce il rischio che i bambini vengano presi in giro dai compagni e li aiuta a stare meglio con gli altri , un effetto collaterale ” psicologico ” da non sottovalutare in età evolutiva.

Non è però l’unico vantaggio secondario ad un trattamento ortodontico precoce : studi recenti evidenziano l’esistenza di un nesso tra problemi masticatori e difficoltà respiratorie tipiche dell’età ( respirazione orale ) che a loro volta influenzano le capacità cognitive. Come e quanto mastichiamo nei primi anni di vita influenza la funzionalità del cervello , con effetti sulla memoria e sullo sviluppo intellettuale : correggere una malocclusione significa respirare meglio e avere una mente più efficiente.

Lo stretto legame tra bocca sana , respiro corretto e cervello in forma è evidente anche per un problema molto diffuso e spesso sottovalutato : le apnee notturne del bambino. Nei bambini che russano abitualmente i micro risvegli connessi con le difficoltà di respirazione disturbano il sonno , causano stanchezza diurna e quindi aumentano l’irritabilità, la scarsa concentrazione ed influiscono negativamente sul rendimento scolastico e sull’apprendimento. Se un bimbo russa la visita dallo specialista in ortodonzia è indispensabile : ci sono strette relazioni tra l’anatomia e la posizione delle ossa mascellari e le vie aeree: attraverso un esame approfondito e controlli periodici si può dare il giusto peso al russamento , monitorare lo sviluppo delle ossa mascellari correggendo , se necessario , la posizione mandibola con dispositivi orali ad hoc . Con gli apparecchi di avanzamento mandibolare possiamo garantire buoni risultati ma naturalmente a monte deve esserci una diagnosi corretta e la terapia è strettamente personalizzata per essere davvero efficace.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *